Now Reading
StarsSystem – Dieci anni di Sogni che prendono forma

StarsSystem – Dieci anni di Sogni che prendono forma

Alessandro Nava
cover-slide-lettera-dal-direttore

Era il 2012 quando ho fondato StarsSystem; avevo trentadue anni e un Sogno che mi accompagnava da un po’, creare un “luogo” dove il Talento, i progetti e le storie delle persone, prima ancora che dei personaggi, potessero essere accolti, compresi, raccontati e valorizzati. Volevo condividerlo con chiunque si sentisse ispirato dalla forza dei Sogni che prendono forma e ne avesse uno da far vivere.

StarsSystem: una visione trasformata in realtà

Avevo passato, fino a quel momento, metà della mia vita tra set fotografici, studi televisivi e grandi eventi fin da quando, sedicenne, cominciai a fare il modello e viaggiare per il mondo.

Negli anni successivi, mai sazio di capire il sistema, di mettermi alla prova, di conoscere le regole per poterle anche infrangere ho colto tutte le occasioni per ampliare la mia visione delle cose e la mia professionalità, sono stato autore di programmi tv, produttore, ho curato progetti editoriali ed eventi, realizzato calendari famosi, gestito l’immagine di tanti Brand come creativo e prestato la mia come testimonial. 

Ho voluto vivere esperienze diversificate che mi permettessero di conoscere “l’industria dell’immagine” da tutte le angolazioni, davanti e dietro l’obiettivo, accanto a persone di straordinarie capacità e di grandi visioni da cui ho appreso moltissimo, ma ho anche ascoltato innumerevoli storie di sogni infranti, di ostacoli e difficoltà da parte di artisti, imprenditori e creativi nel trovare il proprio spazio.

Il decennio di StarsSystem: la celebrazione dei Sogni e del Talento

Mi sentivo pronto a dare forma al mio progetto, una rivista online d’ispirazione che celebrasse il mondo della moda, del cinema, dello spettacolo, della cultura e del web mettendo al primo posto il Talento e i percorsi umani e professionali difficoltà comprese, facendo vivere ai lettori un’esperienza coinvolgente ed esteticamente appagante, offrendo notizie, approfondimenti, bellissimi servizi fotografici, interviste di qualità e spunti di riflessione.

Il processo tecnologico che da qualche tempo stava rivoluzionando tutto, dalla fruizione e circolazione d’informazioni, all’intrattenimento e all’approfondimento, mi fece riflettere su quanto la lungimiranza e la capacità di adattarsi fossero, da sempre, le discriminanti tra “continuare o smettere”.

Dalla carta stampata alla tv, dal cinema alla musica, Internet stava rimescolando le carte di tutto ciò che si conosceva fino ad allora, soprattutto nello “Star System” e successivamente i social network avrebbero creato nuovi palcoscenici.

Compresi che stavamo vivendo un’ evoluzione verso nuovi scenari, regole e abitudini, aspirazioni e personaggi e che, di conseguenza, la rivista avrebbe dovuto prestare grande attenzione ai cambiamenti in atto e vedere ben oltre il già conosciuto per distinguersi, scommettendo sul “nuovo che avanza” e fornendogli gli strumenti per emergere.

Desideravo costruire un mondo dentro il quale far confluire tutto ciò che avevo imparato e tutte le persone di talento con cui avevo avuto a che fare e che fosse pronto ad accoglierne di nuove. 

Li ho cercati uno per uno, fotografi, scrittori, stylist, creativi, aziende, Star affermate e future. Ho fatto in modo che potessero esprimersi, lasciando una traccia di sé. Ci eravamo posti l’obiettivo di diventare un punto di riferimento nel sistema.

StarsSystem: dai Sogni alle Celebrità – Il nostro viaggio ispirante

Ci saremmo chiamati StarsSystem e avremmo raccontato il sistema delle celebrità e dato modo a chiunque avesse del Talento e dei Sogni di trovare in noi un valido supporto.

In questi dieci anni (più uno) abbiamo realizzato migliaia di articoli sulla moda, sul cinema, sull’imprenditoria, sulla cultura e raccontato centinaia di celebrità e influencer, alcune davvero agli inizi, come Alice Basso protagonista del nostro primo servizio moda e Paola Turani, fortemente voluta come Cover Girl della prima edizione cartacea, passando per Stefano Sala, Fabio Mancini, Simone Susinna, Cecilia Rodriguez, Sara Croce, Dasha Kina, Giulia Salemi, Dayane Mello, Marco Castelli e tanti altri, ma abbiamo anche avuto modo di incontrare Star già affermate come Massimo Lopez, Katia Ricciarelli, Milo Manara, Andrea Pinketts, Massimo Ghini, Boomdabash, Natasha Stefanenko, Jacquemus , Antonio Marras, Marta Marzotto, per citarne alcuni. Eppure ciò che più di tutto m’ha fatto felice è stato vincere le scommesse fatte, vedere i volti nuovi, che per primi abbiamo raccontato, diventare col tempo Grandi.

Sono nate (ma a volte finite) amicizie, amori, collaborazioni, ci sono state incomprensioni, riavvicinamenti, ricordo ognuno dei momenti salienti vissuti, delle scelte fatte, delle persone coinvolte e m’auguro di viverne ancora.

A distanza di dieci anni da allora e nonostante tutto, continuo a credere nella Bellezza dei Sogni, nella salvaguardia del Talento e nella condivisione dei progetti proprio perché i miei sono stati messi, in tante occasioni, duramente alla prova ma non hanno mai smesso di prendere forma e di maturare.

See Also
virginia stablum

Gli ultimi anni sono stati particolarmente difficili per tanta, tantissima gente; ho perso il mio papà due settimane prima dello scoppio della pandemia e ho dovuto fare i conti con un profondo senso d’impotenza che mai avevo vissuto prima, anche a causa della mia buona fede non sempre ben riposta, ho poi rischiato di perdere il mio socio e amico fraterno per un grave problema di salute assieme a tutto quello che avevamo costruito, ma ho anche trovato l’amore.

Viviamo un tempo controverso, dove la barbarie di cui l’Uomo è capace sembra prendere piede ovunque, in ogni piega dell’umanità. Guerre, disastri ambientali, crisi umanitarie e di valori, violenza e soprusi, non fanno che acuire quel senso di smarrimento e sconvolgimento da cui nessuno, con un minimo di sensibilità, può dirsi esente e minare anche il più propositivo degli animi.

Ho temuto che non ci fosse più spazio per celebrare la Bellezza, per essere un Sognatore e ho vissuto un lungo periodo di scoramento ma la passione e la Fede m’hanno aiutato a riprendere in mano le redini della mia vita, riportandomi a vivere, vivere fortemente, consapevolmente e appassionatamente nel rispetto di chiunque, soprattutto di coloro i quali possono definirsi Sognatori.

StarsSystem: il futuro è qui – Academy ed E-commerce

Nella nuova versione di StarsSystem abbiamo deciso di continuare a offrirvi storie di qualità, notizie e approfondimenti ma abbiamo anche deciso di ampliare la portata della nostra realtà e nei prossimi mesi nasceranno un’accademia di formazione e un e -commerce. La prima per chiunque ritenga di avere del Talento e desideri imparare a dargli forma, poiché noi sappiamo che “Star si nasce e Famosi si diventa”, il secondo dedicato a chi conosce la differenza tra stile e moda, tra coprirsi e vestirsi e sia alla ricerca di prodotti di qualità realizzati da aziende attente e appassionate.

Come scrissi nel primo editoriale delI’edizione cartacea Dreams & Dreamers , “Se si possiede un Sogno, se si crede in un Sogno e ci si adopera per quello, senza mai permettere a niente e nessuno di ucciderlo, il Sogno ti avvolge e si fa realtà”. 

Non mi resta che invitarti a prendere parte a questa storia, a lasciarti ispirare e a far sì che il tuo Sogno si realizzi.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Tutti i contenuti sono Copyright 2012-2023 StarsSystem.
StarsSystem è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n°277.
Editata da Edizioni Peacock srl - Milano - P.IVA 09577320964

Scroll To Top