Il coraggio di desiderare

Tiziano Sorbellini
uomo in mezzo della nebbia

Uomo, cosa desideri in questa vita?”, chiese il saggio a un contadino. 

Desidero la pioggia“. Rispose il contadino.

Perché?”

Affinché i semi che ho seminato diano il massimo“.

Perché?”

Per poter offrire di più al mercato“.

Perché?” 

Per guadagnare di più e poter comprare più terra“.

Perché?”

Per produrre ed esportare il mio grano in tutto il mondo“.

Perché?”

Per diventare ricco“.

“Perché?”

Per liberarmi da tutto questo“.

Perché?”

Per poter essere felice“.

Beh, allora non sarai mai libero e felice“.

Perché?” 

Perché dipenderai sempre dalla pioggia“.

Desiderare consapevolmente

See Also
immagine onirica con nuvole e barche

Per desiderare, bisogna saper desiderare ed essere totalmente consapevoli di ciò che si desidera. Il desiderio del contadino non era altro che quello di essere libero e felice, un desiderio umano, naturale e, come tale, attivo, mai passivo perché il desiderio non aspetta.

La magia del desiderio è che ogni giorno si ripete come un mantra che crea la realtà che desideriamo, proprio perché è nella natura dell’essere umano cercare “l’oggetto” del desiderio oltre i limiti autoimposti. 

Il ciclo del desiderio: dalla pioggia alla Felicità, desiderare è una ricerca infinita

Ma, quante volte ci troviamo inconsapevolmente in questi labirinti di desideri, come quello del contadino? Quante volte ci limitiamo alla realtà in cui viviamo, senza darci la possibilità di accogliere il cambiamento, solo perché desideriamo in modo estremamente limitato? 

Il desiderio non è altro che il primo passo verso un tentativo di raggiungimento di una realtà che non è diversa da quella che stiamo vivendo. Il desiderio ci canta all’orecchio un mantra che fa vibrare la nostra mente a un’altra frequenza, avviando un cambiamento che noi stessi limitiamo perché adattiamo il desiderio alla realtà e non la realtà al desiderio. Il contadino è libero di fare o non fare il lavoro dal quale vuole liberarsi, il contadino può scegliere ogni giorno di fare quel lavoro sentendosi felice o triste, ma è ossessionato da idee che lo tengono rinchiuso come un uccello che è nato in gabbia e che, una volta aperta la porta, non esce perché non sa cosa sia la libertà, perchè la libertà gli è estranea e ciò che non conosce lo spaventa.

Il potere del desiderio nel cambiare la realtà: una chiamata al coraggio umano

La mente umana possiede la straordinaria capacità di cambiare, di adattarsi a situazioni estreme, di accettare l’inaccettabile; ma ha anche la capacità di limitare questo potere, di stringere la corda intorno al proprio collo, forse per mancanza di coraggio. Appunto, per desiderare è necessario ricordarci che esiste in noi un coraggio storicamente ignorato, quel coraggio naturale che l’essere umano possiede per cambiare la realtà che non soddisfa i suoi bisogni, la realtà che non gli permette di vivere, ancor più se quella realtà gli fa sentire di aver perso la libertà e la felicità, due concetti che abbiamo deciso di tralasciare, di ignorare mentre rimaniamo vittime e carnefici dei nostri cosiddetti “limiti”, per via di distrazioni che scegliamo come più importanti di quel desiderio che ci fa vibrare, che ci fa sognare

E tu sai cosa desideri?

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Tutti i contenuti sono Copyright 2012-2023 StarsSystem.
StarsSystem è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano al n°277.
Editata da Edizioni Peacock srl - Milano - P.IVA 09577320964

Scroll To Top